libriamoci a scuola

Il titolo dell'itinerario proposto quest'anno "Di storia in storia, per costruire ponti" vuole ribadire con forza il principio che muove l'Associazione Equilibri: la promozione della lettura libera per il piacere di leggere, che determina nel lettore una formazione umana, sociale, culturale con conseguenze sicuramente positive per vivere insieme sulla terra.

di Eugenia Garritani - Associazione Equilibri (Crotone)

Il titolo dell'itinerario proposto per l'anno scolastico 2017/18 Di storia in storia per costruire ponti vuole ribadire con forza il principio che muove l'Associazione Equilibri quello della promozione della lettura libera per il piacere di leggere che determina nel lettore una formazione umana, sociale, culturale con conseguenze sicuramente positive per vivere insieme sulla terra.

Le storie ascoltate o lette, con i loro intrecci semplici o complessi, ci introducono in nuovi mondi, aprono lo scenario su nuove situazioni, presentano personaggi che è difficile incontrare nella vita quotidiana, fanno vivere ai lettori le emozioni e le ansie che vivono i personaggi nell'affrontare le avventure, le difficoltà, l'ignoto, le paure, le dinamiche dello stare insieme agli altri, la fatica dell'elaborazione delle decisioni per affrontare la vita e dare il proprio contributo alla risoluzione di un problema.

Sembra un controsenso, ma le storie ,anche se ci allontanano dal nostro piccolo mondo e dalle nostre routine, ci aiutano a comprendere noi stessi. Le storie portandoci lontano, facendoci vivere con i personaggi amore, odio, ansie, paure, ci aiutano a compiere un viaggio nel nostro misterioso inconscio, a dare forma alle ombre evanescenti che lo popolano, a discriminarne i contorni, a riconoscere e valutarne il senso.

15220063_1241025299315896_8977713546419389761_n

Perchè lettura libera ?

“La magia della lettura ad alta voce , che comincia presto con le nenie senza scrittura , con le rime bizzarre, con le fiabe che accompagnano il pasto e propiziano il sonno, è un dono al quale è difficile rinunciare, e per fortuna crescendo ce lo andiamo a ricercare." (Carla Ida Salviati, Il primo libro non si scorda mai, Giunti Editori)

La lettura di una storia scelta liberamente ha tante ricadute positive sul soggetto che legge. Di seguito ne elenchiamo alcune:

  • mantenimento dell'attenzione;
  • sconfitta della noia;
  • sviluppo della capacità di confrontare e scegliere;
  • miglioramento del linguaggio;
  • ampliamento dello spazio mentale;
  • alfabetizzazione emotiva ( la capacità di riconoscere le emozioni e le esperienze proprie e degli altri);
  • strutturazione della temporizzazione;
  • la capacità di discriminare comportamenti adeguati e non;
  • apprendimento delle regole della vita relazionale e sociale;
  • capacità di individuare problemi ed elaborare soluzioni.

"Ripetiamo che leggere deve essere un piacere, lo contrapponiamo a dovere: ignoriamo, o semplicemente preferiamo ignorare, la grande fatica dell'apprendimento." (Carla Ida Salviati, Il primo libro non si scorda mai, Giunti Editori)

Di storia in storia per percorrere tanti sentieri

Come ogni anno, forniamo delle piste di lettura, lasciando sempre libero il lettore di tracciare altre piste ed altri sentieri, perchè il suo sentiero lo traccia lui con il suo interesse, la sua curiosità, la sua voglia di scoprire.

LEGGI LE BIBLIOGRAFIE E IL PROGETTO COMPLETO

Scuole ed Enti della Rete Equilibri

I.C. Alcmeone, I.C. Alfieri, I.C. Don Milani, I.C. Rosmini, I.C. Cotronei, I.C. Filottete, I.C. Rocca di Neto, I.C. San Giovanni in Fiore, Liceo Filolao, Liceo Gravina, I.I.S. Ciliberto Lucifero, I.T.I.S. Donegani, I.I.S. Pertini, Ist.Par. BenedettoXXVI, ANP Crotone, Ass. Il Melograno.

L'Associazione Equilibri è nata con lo scopo di promuovere la lettura libera nelle scuole e sul territorio, organizzando, con le risorse umane che costituiscono il patrimonio dell'Associazione, laboratori, eventi, e feste del libro.

Per ulteriori informazioni, potete contattare la referente dell'associazione al seguente indirizzo e-mail: eugenia.garritani@libero.it.

18425164_1296736863696411_7282845426872129643_n