libriamoci a scuola

Ben 3.781 iniziative in Italia e non solo, hanno dato voce alla parola scritta nelle scuole, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado, con il coinvolgimento nella passione per la lettura anche di scuole paritarie, istituti italiani all’estero, nidi e alcune università.

della Redazione

Grazie a tutti! Con il vostro impegno e la vostra passione per la lettura, ben 3.781 iniziative in Italia e non solo – con picchi di attività in Campania (561), Sicilia (486) e Lazio (426) – hanno dato voce alla parola scritta nelle scuole, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado, con il coinvolgimento nella passione per la lettura anche di scuole paritarie, istituti italiani all’estero, nidi e alcune università. Missione compiuta, quindi, per la quarta edizione di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, alleata anche quest’anno con la campagna #ioleggoperché, organizzata dall’Associazione Italiana Editori a sostegno delle biblioteche scolastiche di tutta Italia. E come da tradizione, Libriamoci ha varcato i confini nazionali con appuntamenti organizzati negli istituti italiani di Atene (Grecia), Barcellona (Spagna), Casablanca (Marocco), Gedda (Arabia Saudita), Istanbul (Turchia), Mendoza (Argentina), Parigi (Francia), Pirano (Slovenia), Scutari (Albania) e Smirne (Turchia).

Tra le centinaia di voci di quest’anno, che hanno testimoniato nelle classi il proprio amore per i libri, Mario Baudino, Annarita Briganti, Eva Cantarella, Guido Catalano, Massimo Cirri, Michele Dalai, Vins Gallico, Federica Manzon, Alessandro Mari, Raul Montanari, Ferruccio Parazzoli, Marco Pastonesi, Leonardo Patrignani, Domenico Rafele, Simone Regazzoni, Sabrynex, Mirella Serri, Alessandro Zaccuri. E ancora: gli attori Claudio Gioè e Raffaele Imparato – grazie alla collaborazione di Rai Fiction – e diversi giornalisti di Corriere della Sera (Alessandra Arachi, Alessandro Capponi, Paolo Di Stefano, Michele Farina, Monica Guerzoni, Paolo Mereghetti, Nicola Saldutti), la Repubblica (Federica Angeli, Enrico Del Mercato, Antonio Fraschilla, Cecilia Gentile, Sara Scarafia) e Il Messaggero (Mario Ajello, Laura Larcan, Marco Pasqua, Pietro Piovani, Stefano Regolini), che hanno letto i quotidiani insieme agli studenti riflettendo sui contenuti e il significato di questo particolare tipo di narrazione.