libriamoci a scuola

Le letture a voce alta hanno coinvolto anche gli studenti delle scuole ristrette, portando i più diversi mondi di storie all’interno delle carceri.

della Redazione

Le letture a voce alta hanno coinvolto anche gli studenti delle scuole ristrette, portando i più diversi mondi di storie all’interno delle carceri. È il caso, giusto per citare solo alcuni esempi, del CPIA di Massa Carrara Casa di reclusione, sotto la guida dell’insegnante Alessandra Brenzini, come anche dell’IIS Barsanti-Salvetti Casa di Reclusione Massa, con la professoressa Ermana Farusi e la partecipazione dell’autore e insegnante Pietro Zaccagna.

E ancora: i ragazzi dell’IIS J. Von Neumann - sezione ITE Casa Circondariale Rebibbia, nell’ambito del progetto Letteratura e Cinema come Storia, hanno letto passi da Lettera a una professoressa degli studenti di Barbiana, Marcovaldo di Italo Calvino e Ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini, per poi assistere alla proiezione del film Milou a maggio di Louis Malle (docente Elisa Caprista, coordinatrice progetto Anna Grazia Stammati).