libriamoci a scuola

L’obiettivo del progetto: dare voce a storie dimenticate e diffondere i temi della giustizia e dell’impegno contro le mafie, attraverso un percorso diverso dall’impostazione classica e tradizionale della lettura. Si è scelto di avvicinare gli studenti a questi argomenti tramite la lettura di un fumetto, linguaggio “inusuale”, diverso, ma forse più vicino ai giovani.

di Angela Bonofiglio, Anna Maria Carvelli - Liceo Scientifico "R. Lombardi Satriani" (Mesoraca - KR)

Il progetto, realizzato in occasione di "Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole" (23/28 ottobre 2017), si snoda intorno alla lettura del romanzo a fumetti Lollò Cartisano, l’ultima foto alla ’ndrangheta, di Luca Scornaienchi, che, ricorrendo a un linguaggio immediato e trasversale, e con gli strumenti del giornalismo grafico, raccoglie e restituisce alla collettività una storia di cronaca realmente accaduta, narra di un’ennesima vita spezzata, simbolo di quelle persone che hanno deciso di non abbassare la testa di fronte alle cosche, che hanno creduto nella loro terra e nella voglia di una vita normale.

Prendendo le mosse da questa storia, il progetto tratta il tema della legalità attraverso le letture ad alta voce degli studenti, che, dopo una sintesi del fumetto e delle sue originalissime immagini, che tanto ricordano le linee creative di Picasso, coinvolgono il giovane pubblico studentesco che non conosce la storia di Lollò.

Dalla lettura emerge l’immagine di una Calabria fragile, dove manca l’impegno sociale e civile e dove prevale il silenzio del quieto vivere, l’assenza dell’indignazione e la scelta di vivere nell’ombra, nell’omertà.

Il sito web del Liceo Scientifico "R. Lombardi Satriani": www.liceopetilia.gov.it.

IMG-20171111-WA0010

IMG-20171111-WA0021

IMG-20171111-WA0029

IMG-20171111-WA0032 (1)

IMG-20171111-WA0035