Il caso dei libri ritirati dalle scuole a Venezia


Il caso dei libri per bambini, di cui è stato chiesto il ritiro dalle biblioteche scolastiche dal neo-sindaco di Venezia Brugnaro, sviscerato e approfondito sul blog dei Topipittori.

Continua la lettura

1 Minuto

Normali si diventa. Censura, conformismo e letteratura per ragazzi


Per gli scrittori la normalità è il terreno del conflitto. È la facciata dietro la quale si nascondono le sfumature più interessanti ma soprattutto le bugie, specchio delle bugie della società. In nome della normalità, si finge. In nome della normalità si nega ai bambini, anche oggi, il diritto di esplorare la propria identità.

Continua la lettura

6 Minuti

Parole in libertà. Sulla censura


Si sono sentite parole come “bruciati sui roghi” che, accostate a “libri”, ricordano periodi tra i più cupi della storia. E del resto l’obiettivo dei censori è proprio quello di cancellare certe parole dai libri per ragazzi: sesso, corpo, morte, droga, e forse anche realtà, forse futuro.

Continua la lettura

3 Minuti