Parole in libertà. Sulla censura


Si sono sentite parole come “bruciati sui roghi” che, accostate a “libri”, ricordano periodi tra i più cupi della storia. E del resto l’obiettivo dei censori è proprio quello di cancellare certe parole dai libri per ragazzi: sesso, corpo, morte, droga, e forse anche realtà, forse futuro.

Continua la lettura

3 Minuti